Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il 2016 sarà l’anno della Realtà Virtuale per il mondo Consumer. Già da tempo diverse aziende stanno investendo in svariati progetti e sono nate diverse VR Apps sia per Android che iOs che permettono, con un modesto investimento, di fruire del mondo virtuale.

Il 2016 sarà l’anno della Realtà Virtuale per il mondo Consumer
Le due più importanti aziende che stanno puntando su questa tecnologia di ritorno sono ovviamente nomi ben noti, Google con il suo Cardboard e Facebook con Oculus Rift.
Se diamo una occhiata poi sul Play Store di Android potremo accorgerci di una ondata di nuove app dedicate alla realtà virtuale, dal semplice videogioco come House of Terror VR, che ci immerge in una avventura ricca di tensione, alle applicazioni come Fulldive VR che ci mette a disposizione un sistema di navigazione e gestione dei contenuti in 3D. Non manca poi la didattica con passeggiate con dinosauri o immersioni con gli squali oltre che la visita virtuale a musei e luoghi storici.
Anche su Youtube troviamo una infinità di video realizzati per la visione in 3D tramite Google Cardboard e video immersivi a 360° per esplorare comodamente il mondo direttamente dal divano.

Perché il 2016 sarà l’anno della Realtà Virtuale per tutti?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nata in contemporanea con il primo sito web, la SEO è una attività importante ed essenziale per ogni attività commerciale.
SEO consiste in tutte quelle azioni fatte su un sito web per renderlo maggiormente visibile all'interno dei motori di ricerca e quindi per posizionarlo nelle prime posizioni del listato organico.

la SEO è una attività importante ed essenziale per ogni attività commericale

Di seguito vediamo i 4 principali motivi per cominciare o continuare ad investire nella SEO:


1- Il motore di ricerca è il primo strumento cui ci si rivolge per ricercare prodotti, servizi, attività commerciali e informazioni di contatto. Quindi essere ai primi posti con il proprio sito ci permette di aumentare le possibilità l'ingresso di potenziali clienti nel nostro sito per chiavi di ricerca pertinenti. Ad esempio se cerco un Ristorante specializzato in cucina biologica a Treviso la prima pagina di Google mi evidezierà i risultutati più pertineti alla mia ricerca mostrandomi i i ristoranti che offrono questo specializzazione localizzati a Treviso. Se la mia attività non compare nelle prime posizioni allora sto perdendo delle opportunità e dei potenziali clienti.


2- Un sito ben posizionato viene percepito dall'utente come più affidabile, migliorando quindi l'immagine aziendale, ottimizzando la reputazione e il valore del brand. Ad esempio se una azienda compare nei primi posti del motore di ricerca per "lavorazioni materie plastiche" aumenterà la brand awareness e la notorietà da parte di chi sta cercando tale servizio.


3- La SEO è ancora oggi la principale fonte di traffico per un sito ed è prima fonte in termini di conversioni. Quindi è più facile trovare clienti tramite un posizionamento organico. Ad esempio un negozio di elettronica che ha una pagina Facebook gestita saltuariamente e una modesta campagna su Google Adwords porterà tramite la SEO una percentuale di traffico e di contatti maggiore rispetto ai primi due strumenti.


4-La SEO sei tu o meglio la SEO è costruita sul tuo sito di tua proprietà e sei tu a decidere le strategie sui contenuti. Mentre i social sono piattaforme in prestito che qualcuno ci offre ma di cui non abbiamo nessuna garanzia e tutela. Ad esempio se utilizzo un Social per la mia attività lo stesso social può senza preavviso decidere che i miei contenuti sono vietati o poco interessanti e farli scomparire al pubblico, possono modificare gli algoritmi per rendermi sempre più difficile il contatto con i miei potenziali clienti.


Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo! Grazie

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il mercato mobile è sempre più importante e i numeri ne confermano la tendenza anche per il 2016. Secondo i più recenti dati AudiWeb, più di 18 milioni di italiani, ogni giorno, utilizzano almeno un dispositivo mobile. Dal punto di vista di utilizzo gli utenti Italiani passano mediamente 1 ora e 58 minuti al giorno connessi ad Internet, il 71,1% delle volte navigando da mobile.

Numeri significativi anche gli Italiani dispongono di uno Smartphone, ben 28,1 Milioni che posiziona l’Italia come quarto paese in Europa dopo Germania, Regno Unito, Francia per diffusione. Gli utenti italiani detengono inoltre più device connessi ad internet, ben il 150% della popolazione dispone di una connessione mobile (Al momento in Italia ci sono 92,4 milioni di connessioni Mobile)

Trend Mobile Google 2016 in Italia
Analizzando il posizionamento a livello globale, l’Italia ha registrato il 4° tasso di crescita mondiale nel numero di utenti di Internet da Cellulare con tassi di crescita nel 2014 del 19,6% e del 17,7% nel 2015.

Un valore assoluto è quello che ci indicano gli studi di Google che analizza i comportamenti degli utenti: su base settimanale l’attività per cui utilizziamo maggiormente i nostri smartphone è la ricerca online. L’84% degli intervistati dichiara che quando non conosce un’informazione la cerca online, con una forte concentrazione nel target giovane. Il 94% delle persone sotto i 35 anni utilizza uno smartphone.

Se ti è piaciuto questo articolo dedica un secondo per condividerlo!

Roberto Cavasin - Treviso

Mi occupo da oltre 15 anni di nuove tecnologie multimediali per la comunicazione.

Le mie competenze riguardano in particolare il settore Web, Marketing e Social, il settore Video Tradizionale e Digitale infine i settori Radiofonico e Televisivo.

Email: cavasin.roberto@gmail.com

Ph: 328.2332980